Arnica: una pianta miracolosa per curare traumi e infiammazioni della pelle

Avete mai sentito parlare dell’arnica? Si tratta di una pianta erbacea perenne che si trova anche sulle nostre Alpi. È una pianta medicinale dalle incredibili proprietà benefiche, viene utilizzata per numerosi trattamenti ed è la base di tantissime creme che si trovano in farmacia. I suoi fiori sono comunemente utilizzati in fitoterapia ed erboristeria. L’arnica infatti possiede sostanze ed oli essenziali particolarmente efficaci per curare traumi muscolo-scheletrici, infiammazioni della pelle e punture di insetti. In questa pianta sono infatti presenti principi attivi che le conferiscono proprietà antinfiammatorie, antidolorifiche e antimicrobiche.

Conosciuta anche come “panacea dei caduti” l’arnica offre un immediato sollievo dal dolore. Si può utilizzare su lividi, ecchimosi, ematomi, contusioni e distorsioni, ad esempio, ma anche come cura per artrosi, dolori muscolari e articolari in generale ed emorroidi. Essa infatti, oltre a ridurre il dolore, facilita il riassorbimento dei lividi, stimola l’attività cardiaca e contrasta i cali di pressione.

Viene utilizzata solo per uso esterno in quanto un uso interno può favorire irritazioni gastriche ed altri effetti spiacevoli: per una corretta terapia meglio chiedere al proprio medico, all’omeopata, ad un naturopata o al farmacista. Generalmente creme e pomate a base di arnica hanno un ottimo effetto se applicate 2 volte al giorno per un periodo di almeno 2-3 settimane. L’arnica è ideale anche per curare le infiammazioni della pelle, l’acne e le punture di insetto.

Si possono anche ottenere unguenti casalinghi a base di arnica, perfetti per tutti gli usi sopra descritti: è necessario mettere a macerare circa 12 grammi di radici secche in un bicchiere d’alcol per circa 15-20 giorni. Una volta filtrato il liquido, che deve essere conservato al buio, lo si può diluire con 2 parti di glicerina e 3 d’acqua, in modo da ottenere un unguento con il quale fare impacchi sulle zone del corpo dolorose o che hanno subito traumi.

Altro metodo casalingo per ottenere un rimedio naturale a base di arnica è quello di essiccare le radici per ottenere la tintura, che va mescolata con miele (in rapporto 1 a 2) per avere una crema efficace contro acne e foruncoli.

 

 


Estetica e Cosmesi, Naturopatia e Trattamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *




Scopri l'offerta

I migliori centri benessere presso le più selezionate beauty farm, Hotel Spa e terme ti aspettano. Benessereviaggi ti offre splendidi soggiorni di relax e comfort nelle più belle località d'Italia.