Esposizione solare: i falsi miti da sfatare

La protezione solare durante l’estate (e non solo) è molto importante. Su questo non vi è dubbio alcuno. Tuttavia molte delle nostre azioni sono il frutto di credenze diffuse ed errate, che possono portarci a sottovalutare i rischi cui andiamo incontro con l’esposizione al sole.

Il Centro Diagnostico Italiano (CDI) ha diffuso un documento a cura del dr. Claudio Droghetti, Responsabile dell’Ambulatorio di Medicina dei Viaggi CDI e di Elena Gavardi, Coordinatore Comunicazione CDI, in cui vengono delineate le indicazioni fondamentali per viaggi e vacanze sicure, dalla scelta alla conservazione dei medicinali, ai vaccini, fino anche ad una corretta e responsabile esposizione solare.

A tal proposito è stata redatta una tabella con i 7 falsi miti più diffusi relativi all’esposizione solare:

 

  1. L’abbronzatura è salutare

L’abbronzatura rappresenta una reazione dell’organismo che si difende dai danni causati dai raggi UVB.

 

  1. Non ci si può scottare in una giornata nuvolosa

Non è così.  Quando vi è uno strato sottili di nubi, queste possono essere attraversate dall’80% dei raggi UV ed in caso di foschia l’esposizione può addirittura aumentare.

 

  1. In acqua non ci si scotta

Tutt’altro: non solo l’acqua in quanto tale dà una protezione minima ed insufficiente, ma peraltro i riflessi possono aumentare l’esposizione ai raggi UV.

 

  1. I raggi UV in inverno non sono pericolosi

È vero che durante l’inverno i raggi UV sono più bassi, tuttavia in presenza di neve l’esposizione può aumentare notevolmente.

 

  1. Le creme solari proteggono per cui ci si può esporre al sole più a lungo

Le creme solari non fanno sì che si prolunghi il tempo di esposizione ma incrementano la protezione per il tempo in cui si è esposti.

 

  1. Se si fanno dei break durante l’esposizione al sole non ci si scotta.

Credere che staccare di tanto in tanto e mettersi all’ombra possa evitare le scottature è errato perché l’esposizione ai raggi UV è cumulativa, quindi si sommano le esposizioni fatte prima e dopo il break.

 

  1. Se non si percepiscono i raggi caldi del sole non ci si scotta.

Non sono i raggi che noi percepiamo come caldi a farci scottare, ma anche quei raggi che noi non percepiamo.


Trattamenti, Tutti gli Articoli, Viaggi



Scopri l'offerta

I migliori centri benessere presso le più selezionate beauty farm, Hotel Spa e terme ti aspettano. Benessereviaggi ti offre splendidi soggiorni di relax e comfort nelle più belle località d'Italia.